Dettaglio Esperienze e Progetti

2YOU Centri di aggregazione giovanile contro il disagio e i rischi di esclusione

Progetto multiregionale, finanziato dal MIUR e svoltosi in due fasi (2009/2010 e 2006-2008) in partenariato con diversi soggetti, che ha realizzato azioni volte a ridurre i rischi di disagio ed esclusione sociale per ragazzi/e (13-18 anni) per migliorare la loro partecipazione alla vita sociale, scolastica e familiare.

Obiettivi e descrizione del Progetto

Il Progetto 2YOU è stato finanziato dal Ministero dell’istruzione e svoltosi in due macro fasi (prima fase nel biennio 2006-2008  e seconda fase 2009-2010) da un nutrito partenariato di soggetti che hanno operato su diverse regioni italiane.
Obiettivo dell'iniziativa è stato realizzare una serie di azioni mirate a rafforzare e migliorare la partecipazione alla vita sociale, scolastica e familiare di giovani e giovanissimi di età compresa tra i 13 e 18 anni e alle loro famiglie, con l'intento di limitare il più possibile il rischio di disagio ed esclusione sociale.

L'iniziativa di 2YOU ha preso le mosse dalla necessità di innovare le modalità con cui si affrontano le situazioni di difficoltà dei giovani, a fronte del diffondersi di nuove forme di disagio, che sembrano essere peculiari delle società attuali e appaiono sempre meno spiegabili nei termini di solo disagio sociale.
Nel corso del progetto, sono stati realizzati 14 centri 2YOU su tutto il territorio nazionale e gestiti dal nutrito partenariato composto dai seguenti soggetti: San Patrignano – capofila - Centro Sportivo Italiano, Enaip, Consorzio Scuole Lavoro, Comunità Emmanuel, A.n.g.l.a.d, di Bologna e Roma, A.g.a.r.a.s, Verso la Vita, Crescere.

ENAIP ha partecipato attivamente al coordinamento nazionale del Progetto, all'elaborazione del modello del Centro 2YOU, all'osservazione e monitoraggio delle attività gestite da INVALSI e sui territori ha gestito i Centri 2YOU di Milano, Bologna, Cagliari e Roma.

Nei centri sono stati progettati e offerti servizi mirati a rafforzare negli adolescenti coinvolti nel progetto tutti quegli aspetti - cognitivi, relazionali, emotivi, valoriali - che possano aiutarli a inserirsi nella società in modo autonomo, responsabile, creativo e personale, evitando così i rischi del disagio, dell’abbandono scolastico, dell’emarginazione.
Presso i Centri2YOU, i ragazzi hanno potuto usufruire di numerose attività di animazione, supporto scolastico, assistenza psico-sociale, i laboratori integrati con la possibilità di studiare o completare il percorso scolastico, e acquisire un titolo di studio;  attività di supporto per il rafforzamento delle competenze espressive e dei profili psicologici, quali per esempio laboratori artigianali, sportivi, culturali e di animazione sociale (corsi di disegno e pittura, mimo e teatro, musica, fotografia, ecc...).

Il Centro 2 YOU è qualcosa di più e di diverso rispetto a un centro giovanile a cui siamo abituati. E’ un luogo sul territorio, capace di  creare occasioni nelle quali i giovani si sono sentiti protagonisti. Un centro in grado di offrire attività di qualità grazie alle quali i giovani – specie quelli che hanno poche occasioni;- possono crescere, maturare,sviluppare una personalità piena e senso sociale Vengono proposti percorsi che mettono i ragazzi e le ragazze in relazione con figure adulte autorevoli, capaci di far sperimentare limiti e regole, ma anche esperienze gratificanti di stimolo, secondo i tempi e le capacità di ognuno, alla conoscenza di sé e delle proprie possibilità, di far intravedere un futuro possibile e positivo che abbia senso, per cui valga la pena impegnarsi e crescere.
Il modello di intervento del Progetto 2YOU si è distinto per prevedere (proprio per rispondere alle molteplici esigenze e bisogni) azioni su diverse aree di intervento:

  • AZIONI NELL'AREA DELLA CONSULENZA E SOSTEGNO ALLA PERSONA GIOVANE - iniziative volte a far avere ruoli specifici e far vivere in un ambito di continua e coesa socialità,  migliorare e/o acquisire capacità relazionali, migliorare i rapporti familiari, identificarsi, da protagonisti, in un progetto comune, ricevere sostegno per superare eventuali forme di disagio;
  • AZIONI NELL'AREA DELL’ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE - attività rivolte a prevenire l’abbandono scolastico mediante azioni ed iniziative volte ad approfondire ed ampliare le conoscenze del proprio sapere;
  • AZIONI NELL'AREA DELLA CONSULENZA E SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE - attività volte a favorire il miglior rapporto tra genitori e figli, obiettivo strategico nel complesso sistema di iniziative volte a prevenire ed a contrastare il disagio giovanile;
  • AZIONI NELL'AREA CULTURALE, SPORTIVA E LUDICO – RICREATIVA  - iniziative in ambito sportivo, artistico, musicale e più in generale culturale.

Finanziamento:
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – Dipartimento per l’istruzione.
 
Paese di riferimento:
Italia

Partneriato:
Comunità San Patrignano, CSI - Centro Sportivo Italiano, CSL – Associazione Consorzio Scuole Lavoro, ENAIP, Comunità Emmanuel, ANGLAD Bologna Onlus, AGARAS Onlus, Associazione Verso La Vita Onlus, Associazione Crescere Onlus, ANGLAD Roma Onlus

Periodo di svolgimento:
dal 2005 al 2008

Parole chiave:
disagio giovanile, emarginazione, dispersione scolastica.

APPROFONDIMENTI


Qualche considerazione sugli esiti finali del progetto. Il modello del centro 2YOU ha soprattutto messo in luce le logiche attraverso le quali è possibile definire gli obiettivi e le azioni tenendo presente che l’oggetto privilegiato del servizio erogato dai centri rimane la relazione con i giovani e la relazione con  le agenzie della rete territoriale.

Il Centro intende incidere sui processi evolutivi degli adolescenti e pertanto struttura la propria offerta come sistema esperienziale intenzionale che definisce gli obiettivi specifici all’interno di un sistema integrato che si caratterizzi per prevedere AZIONI:
•    Partecipate, non in termini di evanescente scelta democratica dei contenuti da trattare, ma di reale partecipazione alla costruzione dei processi;
•    Sperimentali, cioè applicate ad ambiti protetti, di apprendimento e verifica, ambiti nei quali determinare regole di ingaggio, regolate da regole e clima, e dove sia possibile valutare (dare senso) ai risultati;
•    Multidisciplinari cioè che coinvolgano piani di competenza da attivare non mono settoriali e tecnicismi;
•    che producano ed “usino” relazioni, rete di legami efficaci, tra pari , tra “diversi” , tra   generi, con le cose, con i valori e che siano in “progress” operativo per complessità e che siano progettate in ottica di passaggio processuale e circolare tra i canali di attivazione, di esperienza ottimale e di controllo.

Quindi in ultima analisi, secondo il modello disegnato, nel Centro 2YOU gli obiettivi che sono stati realizzati (diretti e indiretti) sono:
•    Sostegno al riconoscimento e all’utilizzo di reti sociali di protezione,
•    Sostegno del successo scolastico e conseguente diminuzione della percentuale di abbandono e dispersione scolastica a livello territoriale,
•    Sviluppo della partecipazione attiva dei giovani alle esperienze di gruppo, associative e collettive,
•    Sviluppo e potenziamento nel singolo adolescente delle capacità creative;
•    Rafforzamento dell’immagine del se’,
•    Rafforzamento dell’identità personale attraverso il confronto con una possibile identità professionale,
•    Progettazione di un processo di inserimento  nel mondo del lavoro,
•    Sostegno e sviluppo delle modalità di aggregazione positiva dei giovani sul territorio,
•    sostegno a conoscenze condivise ed allo sviluppo di competenze integrate,
•    sostegno agli operatori di II livello per l’intercettazione di situazioni rischio,
•    sostegno alle famiglie per lo sviluppo di competenze preventive,
•    Sostegno alla capacità attrattiva e di mantenimento delle agenzie.